In 2019, Blog e notizie

Questo mese non è solo per Halloween, è anche il tipico mese "prendi la tua influenza".

Secondo i Centri per il controllo delle malattie (CDC), la stagione influenzale si verifica principalmente in autunno e in inverno, sebbene i virus dell'influenza siano in circolazione per tutto l'anno. I negozi di droga hanno già iniziato a pubblicizzare vaccini antinfluenzali. Ciò è sensato poiché sono necessarie circa due settimane affinché il vaccino funzioni, in modo che le persone che ricevono il vaccino possano essere più protette a partire da ottobre, quando l'incidenza dell'influenza inizia a salire.

Anche secondo il CDC, ci sono alcune novità sui vaccini antinfluenzali quest'anno, come affermato:

  • I vaccini antinfluenzali vengono aggiornati per abbinare meglio i virus che dovrebbero circolare negli Stati Uniti.
    • Il componente del vaccino A (H1N1) pdm09 è stato aggiornato da un virus A / Michigan / 45 / 2015 (H1N1) pdm09 simile a un virus A / Brisbane / 02 / 2018 (H1N1) pdm.
    • Il componente del vaccino A (H3N2) è stato aggiornato da un virus simile a A / Singapore / INFIMH-16-0019 / 2016 A (H3N2) a un virus simile a A / Kansas / 14 / 2017 (H3N2).
    • Entrambi i componenti del virus B / Victoria e B / Yamagata del vaccino contro l'influenza 2018-2019 rimangono gli stessi per il vaccino contro l'influenza 2019-2020.

Ora, vogliamo chiarire qualcosa: quando le persone insistono di avere l'influenza dopo aver ricevuto l'influenza, questo è spesso, ma non sempre, causato dalla loro esposizione al virus prima della finestra di due settimane di pieno effetto del vaccino . Significa che, in quelle due settimane, hanno già contratto il virus e ha iniziato il suo processo vitale in vivo.

Il vaccino antinfluenzale è un profilattico, ma ci sono integratori alimentari che gli individui sani che tendono a sottoporsi a stress possono assumere.

Vitamina C: L'uso più studiato della vitamina C è per il raffreddore comune. Uno studio analizzato i risultati di due studi randomizzati che hanno studiato gli effetti di due dosi di vitamina C sulla durata del raffreddore comune. Il primo studio ha somministrato 3 g / die di vitamina C a due gruppi, 6 g / die a un terzo gruppo e placebo per quelli del quarto gruppo. Rispetto al gruppo placebo la dose di 6 g / die ha ridotto i raffreddori di 17%, il doppio rispetto alle dosi di 3 g / die. Il secondo studio ha somministrato 4 g / die e 8 g / die di vitamina C e placebo a diversi gruppi, ma solo il primo giorno del raffreddore. Rispetto al gruppo placebo, la dose di 8 g / die ha ridotto i raffreddori di 19%, il doppio rispetto alla dose di 4 g / die. Entrambi gli studi hanno rivelato una significativa relazione dose-risposta tra il dosaggio di vitamina C e la durata del raffreddore comune.

Zinco: Uno analisi di due studi randomizzati che hanno esaminato gli effetti delle losanghe di zinco per la durata dei comuni sintomi del raffreddore, hanno riscontrato che i raffreddori erano mediamente ridotti di 4.0 giorni e di 1.77 giorni.

Un altro meta-analisi di tre studi randomizzati controllati, le pastiglie di acetato di zinco possono aumentare il tasso di recupero dal triplo raffreddore comune. Il quinto giorno, l'70% del gruppo della losanga di zinco si era ripreso rispetto all'27% del gruppo placebo. I dosaggi di zinco nei tre studi erano compresi tra 80 e 92 mg / die.

Sambuco (sotto forma di ElderberryCare ™): In uno studio, i fitochimici del succo di sambuco hanno dimostrato di essere efficaci nell'arrestare il virus che infetta le cellule, tuttavia con sorpresa dei ricercatori sono stati ancora più efficaci nell'inibire la propagazione virale nelle fasi successive del ciclo dell'influenza quando le cellule erano già state infettate il virus. Questa osservazione, hanno osservato gli autori dello studio, è stata significativa perché il blocco del ciclo virale in più fasi ha una maggiore possibilità di inibire l'infezione virale. Anche la squadra

Ha scoperto che il sambuco ha stimolato il rilascio di citochine per coordinare una risposta più efficace contro il patogeno invasore. ElderberryCare ™ di HP Ingredients è un estratto di sambuco con antocianine da 5 a 25%, sia organico che convenzionale.

Maqui (nella forma di MaquiCare): la bacca di Maqui, prominente nella regione della Patagonia in Sud America, è ricca di antociani e un composto unico, delfinidina. Il succo della bacca di maqui è antinfiammatorio: è stato dimostrato che inibisce NFkB, un biochimico chiave che provoca una reazione infiammatoria. L'infiammazione è in genere presente durante il raffreddore e l'influenza. La delfinidina di Maqui ha dimostrato di esercitare effetti immunostimolatori e inoltre il maqui ha il valore ORAC più elevato rispetto a tutti gli altri frutti di bosco. HP Ingredients fornisce MaquiCare organico standardizzato con 10% antocianine e 8% delfinidina.

Andrographis paniculata (nella forma di ParActin®): gli studi di HP Ingredients su ParActin mostrano che 50 mg ogni giorno aiuta a rafforzare la funzione immunitaria per sconfiggere più facilmente i virus del raffreddore e dell'influenza. Inoltre, la ricerca mostra che 300 mg una o due volte al giorno può ridurre significativamente l'intensità dei sintomi una volta che il raffreddore si blocca.

Echinacea purpurea (sotto forma di EchiMune ™): uno randomizzato prova coinvolgendo più di 700 persone tra 12 e 80 anni che avevano tutti i primi sintomi del raffreddore. Erano divisi in quattro gruppi. Un gruppo non ha ricevuto pillole, un secondo gruppo ha ricevuto quella che sapeva essere echinacea e un terzo gruppo ha ricevuto o echinacea o un placebo, ma non sapevano quale. I partecipanti hanno registrato i loro sintomi due volte al giorno per la durata del raffreddore, fino a due settimane. Coloro che hanno assunto l'echinacea hanno sperimentato una riduzione dei loro raffreddori da sette a 10 ore, o una riduzione percentuale 10 della gravità complessiva.

Chaga (sotto forma di ChagaCare ™): Il fungo Chaga è stato ampiamente consumato per secoli in alcune parti dell'Asia e la Siberia sostiene la salute immunitaria. Questo fungo corteccia d'albero è stato macinato in una polvere fine e preparato in una tisana. È stato mostrato per ridurre l'infiammazione, che a sua volta aiuta a rafforzare la funzione immunitaria e la risposta. Stimola anche la produzione di citochine che regolano il sistema immunitario, così come i globuli bianchi, che neutralizzano i patogeni. ChagaCare organico di HP Ingredients contiene polisaccaridi da 10 a 50%.

Altre abitudini di vita che possono aiutare a ridurre il rischio di contrarre un virus invernale includono garantire un buon riposo notturno, bere molta acqua, prestare attenzione al lavaggio delle mani, ridurre o eliminare il consumo di bevande alcoliche e buone tecniche di gestione dello stress. Il controllo dei propri fattori di stress è forse la chiave nella prevenzione: lo stress deprime la funzione immunitaria.

Post Recenti